Attività ASTRIS

/Attività ASTRIS/

Astrofotografia in osservatorio – 25 agosto 2017

Nebulose “classiche”

Ecco due brillanti nebulose, accessibili anche con strumenti più semplici, sono un classico per l’astronomia osservativa ed è sempre affascinante fotografarle e capire cosa c’è dietro questi oggetti celesti.
Sono due tra gli ultimi lavori dei nostri instancabili soci G. Fiorentini e G. Ventola che hanno operato la notte del 25 agosto (fino all’alba!) presso l’Osservatorio di Cervara di Roma. Elaborazione in postproduzione a cura di M. Di Lorenzo.

M1 – Nebulosa Granchio

50 minuti totali. Riprese eseguite con Meade ACF 12 pollici e riduttore LEPUS 0.62x, camera sbig st 2000xmc.

M57 – Nebulosa Anello

60 minuti suddivisi in pose da 10 minuti. Riprese eseguite con Meade ACF 12 pollici e riduttore LEPUS 0.62x, camera sbig st 2000xmc.

2017-09-03T20:12:29+00:00 3 settembre 2017|Notizie, Notizie Profondo Cielo|

32911 Cervara – ASTRIS 2017, l’anno dell’asteroide

l’anno dell’asteroide

Sabato 19 agosto 2017 è stato un giorno veramente speciale e denso di attività per Cervara di Roma: il socio ASTRIS Silvano Casulli, in accordo con lo stesso Consiglio Direttivo dell’ASTRIS, ha dedicato alla cittadina degli artisti la scoperta dell’Asteroide 32911, richiedendo e ottenendo dal Minor Planet Center la nomenclatura di Asteroide 32911 Cervara. Sin dalla mattina che nelle prime ore pomeridiane il pubblico ha potuto osservare il Sole in luce d’idrogeno grazie al rifrattore dedicato presso l’Osservatorio Claudio Del Sole, sito in località Prataglia; programmato nel pomeriggio, presso la Sala Consiliare del comune di Cervara di Roma, un incontro tra i cittadini, gli amministratori di Cervara e ASTRIS per raccontare e festeggiare la scoperta e la designazione dell’asteroide 32911 Cervara.

Ad introdurre la cerimonia è stato il Presidente dell’ASTRIS, Giancarlo Battisti, il quale oltre a presentare lo scopritore Silvano Casulli agli intervenuti, ha illustrato l’attività dell’Associazione nei suoi 27 anni di vita e reso partecipe l’uditorio dei momenti più significativi della vasta attività di divulgazione, e non solo, che ASTRIS ha svolto sia nell’area metropolitana della città di Roma sia nel territorio del Parco Regionale dei Monti Simbruini.

A seguire ha preso la parola il socio ASTRIS Silvano Casulli, già noto alla cronaca per le innumerevoli scoperte nel campo della individuazione di asteroidi, stelle variabili a breve periodo e ammassi globulari. Grazie all’impegno profuso in tale attività il Minor Planet Center gli convalida la scoperta di centonovantadue asteroidi e l’osservatorio di Ginevra gli accredita di aver contribuito a determinare tra il 2005 e il 2015 il periodo di rotazione di duecentotre asteroidi. Ha scoperto anche cinquanta stelle variabili, a breve periodo, in cinque ammassi globulari: si tratta quindi non di un semplice astrofilo ma di un astronomo non professionista.

Da sempre affascinato da tali oggetti celesti, nel lontano 1994 ed esattamente il 4 novembre alle ore 23:33 UT, nel corso delle osservazioni dalla sua postazione astronomica di Vallemare di Borbona (RI), scoprì l’Asteroide 32911, la cui esistenza è stata ufficializzata definitivamente dopo ben 23 anni dal Minor Planet Center dello Smithsonian Astrophysical Observatory.

Ha concluso gli interventi dell’incontro il sindaco del Comune di Cervara di Roma, Giovanni Mitelli, il quale ha rivolto sia a Silvano Casulli sia all’ASTRIS parole di plauso e di riconoscimento per la dedica della nomenclatura dell’Asteroide 32911 a Cervara e ha conferito a Silvano Casulli la cittadinanza onoraria del Comune. Il Presidente dell’ASTRIS ha ricambiato donando al sindaco un modello tridimensionale, eseguito da lui stesso, di una rappresentazione artistica dell’Asteroide 32911 Cervara).

L’evento è stato salutato nel corso del rinfresco con un caloroso brindisi e la festa è proseguita col trasferimento dal centro del Comune di Cervara di Roma all’Osservatorio di Prataglia, presso la sala della Locanda dell’Orso, aperta al pubblico per l’occasione; lì, con gradita sorpresa per tutti i presenti ha avuto luogo la mostra della bellissima collezione privata di meteoriti, si tratta di oltre 60 pezzi rari di proprietà del Vicepresidente dell’ASTRIS Luciano Quaglietti, che ha intrattenuto e affascinato tutti i convenuti per circa due ore, suscitando un ampio dibattito sulla natura e sui materiali di cui sono composti.

Giunto il crepuscolo astronomico tutto era pronto per coronare l’intensa giornata con una proficua osservazione del cielo e a tale scopo, oltre al telescopio dell’Osservatorio, erano stati approntati altri tre strumenti sul piazzale antistante l’Osservatorio, per far fronte al grande afflusso di cittadini giunti da tutti i paesi vicini; purtroppo il meteo non è stato propizio: il cielo è rimasto coperto con nubi alte e stratificate impedendo quasi del tutto le osservazioni ai telescopi ma lontano, nello spazio, dietro quelle nubi ormai già orbitava anche una piccola parte di Cervara di Roma.

(di seguito un estratto della presentazione di S. Casulli ed alcune foto dell’evento)

– Rappresentazione artistica tridimensionale
dell’Asteroide 32911 “Cervara” –

2017-09-03T18:37:21+00:00 2 settembre 2017|Notizie, Notizie Eventi|

Festa per la scoperta dell’asteroide 32911 “Cervara”

ASTRIS e COMUNE di CERVARA di ROMA presentano la 32911 “CERVARA”

SABATO 19 AGOSTO ANNO DELL’ASTEROIDE 2017

PROGRAMMA DELLA CELEBRAZIONE DELL’EVENTO:

MATTINATA

OSSERVATORIO ASTRONOMICO CLAUDIO DEL SOLE – PRATAGLIA
ore 11,00 – 13,00 – Osservazioni solari pubbliche gratuite.
ore 15,00 – 17,30 – Ripresa osservazioni solari pubbliche gratuite.

POMERIGGIO

SALA CONSILIARE COMUNE
ore 18,00 – ASTRIS – Presidente ASTRIS presenta l’Associazione al Pubblico ed la motivazione dell’Evento e dona al Sindaco il modello tridimensionale dell’asteroide “32911 – CERVARA”.
ore 18,15 – COMUNE – Intervento del Sindaco.
ore 18,30 – CASULLI – lo scopritore ci fa rivivere quegli istanti.

SERA

LOCANDA DELL’ORSO – PRATAGLIA
ore 19,00 – Trasferimento a Prataglia.
ore 19,30 – Brindisi e rinfresco all’esterno del piazzale antistante la Locanda dell’orso.
ore 20,00 – SALA GRANDE della LOCANDA DELL’ORSO. Esposizione Meteoriti della collezione del Vice Presidente L.Quaglietti.

OSSERVATORIO ASTRONOMICO CLAUDIO DEL SOLE
Piazzale antistante l’Osservatorio.
ore 22,00 – Viaggio attraverso le costellazioni del cielo estivo, i Soci Astris, muniti di puntatori laser illustreranno gli oggetti celesti più significativi.
ore 22,30 – Inizio osservazioni astronomiche con lo strumento principale dell’Osservatorio ed anche con strumenti portatili messi a disposizione dall’ ASTRIS.

2017-09-02T20:47:15+00:00 1 agosto 2017|Notizie|

Rotazione di Giove e transito di Io

C11 HD, EQ8, camera di ripresa Basler aca gige 640 GC a colori Barlow televue 2.5x, ogni filmato è di 90 secondi con framerate variabile da 70 a 95 FPS stacking con Autostakkert 2 sommando circa il 33% dei migliori frame, wawlet con registax 6.

In questo video si possono vedere molti dettagli dell’atmosfera del pianeta Giove,
Degno di nota è il transito di Io, uno dei quattro satelliti galileiani, l’area nera è l’ombra del satellite proiettata sul pianeta, una vera e propria eclissi di Sole. Il satellite Io è per dimensioni simile alla nostra Luna e orbita attorno al pianeta Giove il cui diametro è circa 11 volte quello della Terra.

Ripresa del 9 aprile 2017 da Fiumicino, da Giuseppe Fiorentini e Gianluca Ventola

2017-04-24T22:36:55+00:00 24 aprile 2017|Notizie, Notizie Sistema Solare|

Cometa 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak

La cometa 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak, ripresa il 24 marzo, ore 22:12 – 22:40. Integrazione di 18 pose da 20 sec a ISO 6400, calibrate. Canon 5D MK3 e William Optics 110 mm f/7 su 10Micron GM2000.  Osservatorio ASTRIS Claudio Del Sole, Cervara Di Roma. Elaborazione “Comet Tracking” con PixInsight.

2017-03-28T20:33:20+00:00 28 marzo 2017|Notizie Sistema Solare|

Giove

Giove ed Europa ripresi il 24 marzo dall’osservatorio Claudio Del Sole. Stacking di 231 su 1104 frames (21%) con AutoStakkert!2 ed evidenziazione dei dettagli con Registax6 e Photoshop. CCD QHY 5L Color al fuoco del Celestron C14 su 10Micron GM2000.

2017-03-28T20:30:50+00:00 28 marzo 2017|Notizie Sistema Solare|

Visite guidate e osservazioni solari

Calendario per visite guidate e osservazioni del Sole con speciali filtri presso l’Osservatorio Astronomico di Cervara di Roma, località Prataglia:

Prenotazioni via email alla segreteria astris@astrisroma.org per le seguenti giornate:

25 marzo, 29 aprile, 27 maggio, 24 giugno, 23 settembre, 21 ottobre

Nel pomeriggio dalle 15.00 al tramonto, in condizioni meteo favorevoli.

Al fine di sostenere i costi di gestione delle attività in OACDS è gradita una donazione di 5€ per adulti e gratis fino a 10 anni

 

2017-04-13T11:33:44+00:00 15 marzo 2017|Notizie, Notizie Eventi|

Nebulosa Cono

Nebulosa Cono NGC2264 con parte della sua vasta nebulosità e la piccola (troppo piccola per essere apprezzata) Nebulosa Variabile di Hubble NGC2261 con 9 pose da 180 e 5 pose da 300 secondi più 5 dark, 20 flat, 20 bias. Quest’ultima era molto bassa e molto inquinata visivamente parlando.

Riprese del 03-03-2017 con M. Tondinelli e A. Di Pasquale. Ripresa ed elaborazione Mirko Tondinelli.

2017-03-28T20:21:26+00:00 7 marzo 2017|Notizie Profondo Cielo|

M42 Nebulosa di Orione

In questa bellissima nebulosa, visibile anche ad occhio nudo, si osserva una vasta nube interstellare formata da polvere e gas. La polvere, opaca alla luce, la riflette quando è dietro o crea zone scure quando è davanti alla sorgente luminosa.
La luce rossa è dovuta all’idrogeno ionizzato, mentre quella tendente al blu è la luce riflessa proveniente dalle stelle giovani e calde.
La nebulosa di Orione è ben visibile nei nostri cieli invernali, grande e luminosa, dista dalla Terra circa 1300 anni luce ed è una delle regioni di formazione di nuovi sistemi stellari più vicine.

Telescopio Sky-Watcher 80ED e fotocamera Canon EOS 350D. Montatura Losmandy G11.
Elaborazione HDR con PixInsight, pose guidate: 10 x 15 sec, 10 x 30 sec, 10 x 60 sec, 10 x 300 sec + dark, flat, bias

riprese del 03-03-2017 con M. Tondinelli e A. Di Pasquale. Riprese ed elaborazione di Mirko Tondinelli.

2017-03-06T20:41:49+00:00 6 marzo 2017|Notizie Profondo Cielo|

NGC 3199

NGC 3199 è una rilucente nuvola cosmica nella costellazione australe della Carena, che dista circa 12.000 anni luce ed è ampia circa 75 a.l. La sua forma arcuata è generata dall’ onda d’urto dei venti stellari emessi dalla stella centrale (HD89358), una Wolf-Rayet massiccia e caldissima dalla breve vita, che viaggia a circa 60 Km/sec nell’uniforme mezzo interstellare circostante, alterandone la forma. L’intensa radiazione ultravioletta ionizza e fa brillare l’Idrogeno, reso evidente in questa ripresa con filtro Astrodon a banda stretta in Halfa.

Tele remotizzato: Planewave 20″ CDK, 510mm 2280mm, f/4.5. CCD: FLI ProLine PL6303E raffreddata a T -35°C. Montatura: Planewave Ascension 200HR. Sito: Siding Springs Observatory,NSW, Australia.

Posa totale : 1 ora ( 6 x 600 sec, calibrate con Dark e Flat ). Elaborazione: PixInsight, Photoshop.
06-03-2017 ripresa ed elaborazione Mauro Di Lorenzo

2017-03-06T20:47:18+00:00 6 marzo 2017|Notizie Profondo Cielo|