Notizie Profondo Cielo

//Notizie Profondo Cielo

Astrofotografia in osservatorio – 25 agosto 2017

Nebulose “classiche”

Ecco due brillanti nebulose, accessibili anche con strumenti più semplici, sono un classico per l’astronomia osservativa ed è sempre affascinante fotografarle e capire cosa c’è dietro questi oggetti celesti.
Sono due tra gli ultimi lavori dei nostri instancabili soci G. Fiorentini e G. Ventola che hanno operato la notte del 25 agosto (fino all’alba!) presso l’Osservatorio di Cervara di Roma. Elaborazione in postproduzione a cura di M. Di Lorenzo.

M1 – Nebulosa Granchio

50 minuti totali. Riprese eseguite con Meade ACF 12 pollici e riduttore LEPUS 0.62x, camera sbig st 2000xmc.

M57 – Nebulosa Anello

60 minuti suddivisi in pose da 10 minuti. Riprese eseguite con Meade ACF 12 pollici e riduttore LEPUS 0.62x, camera sbig st 2000xmc.

2017-09-03T20:12:29+00:00 3 settembre 2017|Notizie, Notizie Profondo Cielo|

Nebulosa Cono

Nebulosa Cono NGC2264 con parte della sua vasta nebulosità e la piccola (troppo piccola per essere apprezzata) Nebulosa Variabile di Hubble NGC2261 con 9 pose da 180 e 5 pose da 300 secondi più 5 dark, 20 flat, 20 bias. Quest’ultima era molto bassa e molto inquinata visivamente parlando.

Riprese del 03-03-2017 con M. Tondinelli e A. Di Pasquale. Ripresa ed elaborazione Mirko Tondinelli.

2017-03-28T20:21:26+00:00 7 marzo 2017|Notizie Profondo Cielo|

M42 Nebulosa di Orione

In questa bellissima nebulosa, visibile anche ad occhio nudo, si osserva una vasta nube interstellare formata da polvere e gas. La polvere, opaca alla luce, la riflette quando è dietro o crea zone scure quando è davanti alla sorgente luminosa.
La luce rossa è dovuta all’idrogeno ionizzato, mentre quella tendente al blu è la luce riflessa proveniente dalle stelle giovani e calde.
La nebulosa di Orione è ben visibile nei nostri cieli invernali, grande e luminosa, dista dalla Terra circa 1300 anni luce ed è una delle regioni di formazione di nuovi sistemi stellari più vicine.

Telescopio Sky-Watcher 80ED e fotocamera Canon EOS 350D. Montatura Losmandy G11.
Elaborazione HDR con PixInsight, pose guidate: 10 x 15 sec, 10 x 30 sec, 10 x 60 sec, 10 x 300 sec + dark, flat, bias

riprese del 03-03-2017 con M. Tondinelli e A. Di Pasquale. Riprese ed elaborazione di Mirko Tondinelli.

2017-03-06T20:41:49+00:00 6 marzo 2017|Notizie Profondo Cielo|

NGC 3199

NGC 3199 è una rilucente nuvola cosmica nella costellazione australe della Carena, che dista circa 12.000 anni luce ed è ampia circa 75 a.l. La sua forma arcuata è generata dall’ onda d’urto dei venti stellari emessi dalla stella centrale (HD89358), una Wolf-Rayet massiccia e caldissima dalla breve vita, che viaggia a circa 60 Km/sec nell’uniforme mezzo interstellare circostante, alterandone la forma. L’intensa radiazione ultravioletta ionizza e fa brillare l’Idrogeno, reso evidente in questa ripresa con filtro Astrodon a banda stretta in Halfa.

Tele remotizzato: Planewave 20″ CDK, 510mm 2280mm, f/4.5. CCD: FLI ProLine PL6303E raffreddata a T -35°C. Montatura: Planewave Ascension 200HR. Sito: Siding Springs Observatory,NSW, Australia.

Posa totale : 1 ora ( 6 x 600 sec, calibrate con Dark e Flat ). Elaborazione: PixInsight, Photoshop.
06-03-2017 ripresa ed elaborazione Mauro Di Lorenzo

2017-03-06T20:47:18+00:00 6 marzo 2017|Notizie Profondo Cielo|

Eskimo Nebula NGC 2392

Astronomia estrema “sotto i lampioni di Fiumicino” con filtro UHC e Canon 500D, strumento C11 Edge HD focale 2800 f/10 montatura EQ8 100 pose da 10 secondi sulla Eskimo senza autoguida. Immagine croppata e ripresa da Giuseppe Fiorentini.

2017-03-06T17:19:18+00:00 27 febbraio 2017|Notizie Profondo Cielo|

Tripletto del Leone

il Tripletto del Leone in una singola foto da 10 minuti ripresa da Giuseppe Fiorentini presso il nostro osservatorio il 14 gennaio. Tele WO 110mm F/7 e SBIG ST-2K color Dual CCD a T -15°C.

Elaborazione con Pixinsight e Photoshop di Mauro Di Lorenzo.

Note:
Il nord dell’immagine è a sinistra, la galassia NGC 3628, anche denominata UGC 3650/VV 308/Arp 317, risulta perturbata e con un cospiquo strato scuro di polveri e si presenta di taglio; dista da noi 30 milioni di anni luce ed ha un diametro di 130.000 anni luce.
La galassia in alto a destra è M 65 (NGC 3623), denominata anche VV308/Arp 317 è in coppia con la galassia NGC 3627, sono evidenti filamenti di assorbimento; trattasi di spirale di tipo “Sb”, dista da noi 30 milioni di anni luce ed ha un diametro di 80.000 anni luce.
La galassia in basso a destra è M 66 (NGC 3627), denominata anche VV308/Arp 317 è in coppia con la galassia NGC 3623, è una spirale di tipo “Sb”; ha una grossa concentrazione all’estremità del braccio meridionale, dista da noi 25 milioni di anni luce ed ha un diametro di 60.000 anni luce. (fonte Atlante grafico delle galassie- UAI editore)

2017-03-06T17:21:13+00:00 14 ottobre 2016|Notizie, Notizie Profondo Cielo|